Nonsolofood in Copenhagen – Parte 2

postato in: Living, Travel | 6

Chi mi segue, sa che per me andare a Copenhagen è un appuntamento fisso annuale. Perché adoro la città e perché vivono lì Ilaria e Nicola. Non nego che mi piacerebbe trasferirmi là. Trovo che abbia il giusto compromesso fra l’andare a vivere all’estero, in un paese industrializzato, ricco, interessante da un punto di vista gastronomico, ma allo stesso tempo vicino a casa e con una qualità della vita molto alta.

 

Cliccando sull’icona in alto a dx della google map “full screen”, potrete vedere la mappa a tutto schermo con le descrizioni di ogni “nostro luogo”.

 

Quattro piccoli consigli se andate a Copenhagen:

1) In metropolitana ricordatevi sempre di obliterare il biglietto, non ci sono tornelli, tutto è aperto, per cui è facile (per noi italiani) scordarsene

2) In tutti i locali c’è la wi-fi per cui chiedete senza problemi la password.

3) Se volete essere aggiornati sul “food danese”, seguite il profilo Instagram di COPENHAGEN FOOD (bellissima rivista di food). Io ho selezionato così i posti dove andare quest’anno.

4) Potete scegliere di andare o meno nei posti da me selezionati, ma se andate a Copenhagen DOVETE mangiare almeno una volta: l’hot dog di DØP, il gelato Eskimo di HANSENS e le liquirizie di LAKRIDS!

 

Qui tutte le puntate con altri racconti su Copenhagen:

Nonsolofood in Copenhagen – Parte 1

Nonsolofood in Copenhagen – Parte 3

Nonsolofood in Copenhagen – Parte 4

Nonsolofood in Copenhagen – Parte 5

 

 NORDISK BRØDHUS

-QUESTO POSTO HA CHIUSO-

Nordisk Brodhus

 

Nordisk Brødhus è un fornaio, ma dove non vai solo per comprare il pane… e che pane!

Intanto tutto, dal pane alle brioches, viene cotto nel forno a legna . Puoi scegliere se ordinare semplicemente un filone e portartelo a casa, oppure sederti e godertela! Noi abbiamo fatto colazione, ma è aperto anche a pranzo e cena.

Piccolo consiglio; come spesso succede all’estero, vi conviene bere un buon americano o filter coffe, piuttosto che un cattivo espresso (per quello buono potete aspettare di tornare in Italia). Se guardate la foto delle tazze di caffè, il mio americano è la tazza bianca in basso a destra, mentre l’espresso di Nicola è la tazza in alto a sinistra… cosa distingue un americano da un espresso a Copenhagen???? Bohhhhh 🙂

Discorso sul caffè a parte, il menù colazione è favoloso! La qualità della materia prima è elevata, questo è un posto dove andrei a fare colazione ogni giorno! Arriva un tagliere con un paio di brioches diverse tagliate a metà, qualche fetta di pane, una bella “sbadilata” di burro buono, composta fatta in casa e speck. A parte, il cartone delle uova con l’uovo alla coque, un bicchiere di succo di mela (un must danese) e il caffè.

 

 

TOLBODEN

Toldboden Copenhagen

 

Tolboden è un locale sul porto, proprio davanti alla barca della Regina.

Grandi tavoloni e panche fatti con assi di legno grezzo, sia all’interno che all’esterno, che mi fanno subito venire in mente il mare del nord. L’interno è molto grande ma se avete la fortuna di andare in estate, quando le giornate sono lunghe e miti, è davvero bello e suggestivo sedersi fuori, godendosi la luce fino alle 23 e la musica dal vivo (solo in alcune serate). Un menù semplice ed ancora una volta, la semplicità ed essenzialità sono la carta vincente e distintiva di questo Paese. Un ottimo fish & chips (me lo sognavo ancora dai tempi delle vacanze studio in Inghilterra) e gamberetti affumicati con salsa aioli.

 

 

HÖST

Höst Copenhagen

 

Un anno da Radio, l’anno dopo al Noma e quest’anno abbiamo scelto Höst, come ristorante più importante della vacanza danese. Parte del Gruppo di Cofoco che non solo ha vinto il T+L Design Award nel 2014 (meritatissimo) perché in perfetto stile nordico anche il design, la bellezza ed eleganza, nella loro semplicità, hanno la loro importanza, ma si mangia anche molto bene. Abbiamo scelto il loro menù da 295 corone (circa 40 euro), composto da 3 portate. Da bravi golosoni, avevamo paura che fosse poco ed abbiamo aggiunto 2 portate da dividere in quattro. Onestamente sono state anche di troppo, perché oltre alle tre portate scritte nel menù, sono arrivate altre 3 “sorprese”, per cui il loro menù è assolutamente sufficiente! Un menù che cambia stagionalmente, basato sugli ingredienti del territorio e l’alta qualità della materia prima. Consigliatissimo!

 

CAFE’ AUTO

Cafe Auto Copenhagen

 

Auto è un locale molto carino con anche tavolini all’aperto. Il menù della colazione (french toast, frutta, croquet madame, …) viene servito fino alle 10, poi si passa al brunch, anche durante la settimana, con dei piatti più abbondanti e completi (uova strapazzate con bacon e salsiccia, oppure uova, yogurt, frutta, granola). Bello e buono!

 

 

FODERBRÆTTET

Foderbraettet Copenhagen

 

Il locale è bello, ma molto scuro, per cui se volete fare foto, a meno che non stiate seduti all’ingresso sulla vetrina, sarà un bel problema… e le mie foto lo dimostrano! Foderbrættet si identifica con hot dog e champagne! Noi abbiamo assaggiato tutto il menù. Siamo partiti da “all bar bites” composto da onion rings, patate fritte con sopra chilli di tre fagioli, okra in tempura e corn dogs (würstel ricoperto da una pastella fatta con mais e fritto). La composizione è perfetta come antipasto per 4 persone. Poi ci sono una serie di hot dog, la misura è piccola, per cui è meglio ordinarne un paio a testa. Ci sono di manzo, di maiale, di agnello e di pesce. Ottimi e con accostamenti e sapori particolari. Come contorno abbiamo preso le patate fritte e la pannocchia bollita. Posto molto interessante che ha vinto un premio fra i migliori ristoranti del 2014. Merita!

 

 

AAMANNS

Aamanns Copenhagen

 

Volevamo andare da Aamanns Deli and Take Away, perché il piano era di prendere il loro box da pic nic (nella mia foto vedete una cartolina con l’immagine della scatola) e andare a pranzare al parco. Purtroppo a Copenhagen il meteo cambia almeno tre volte in un giorno e se al mattino c’era il sole, all’ora di pranzo è venuto giù un diluvio universale! Poco male, abbiamo deciso di mangiare lì. Il menù prevede smorrebrod (i famosi panini aperti danesi), nelle varianti con manzo, pollo, maiale, pesce e vegetariani. Ottimi.

Ilaria in un post ci ha raccontato la cena fatta al ristorante (affianco al Deli), consigliato anche nella Guida Michelin “CENA DA AAMANNS“.

 

6 risposte

  1. Anche x me Copenhagen è un appuntamento annuale! Quest’estate proverò un di questi posti consigliati da te. 🙂

    • Bene Valeria, cono contenta!!!!! Poi dammi i tuoi consigli 😉
      Lidia

  2. Cara Lidia!
    Che dirti? Da questo tuo post vorrei riservare subito un biglietto e volare a Copenhagen a provare tutti i ristoranti e bar da te consigliati!

    • Carlotta, sono sicura che Copenhagen ti piacerebbe tantissimo… sai che io l’ho definita la Svizzera del Nord?!?!?! 🙂
      Chissà, magari l’anno prossimo vi unirete anche tu e Federico al nostro viaggettino danese 😉
      Un bacio
      Lidia

  3. Ciao Lidia,
    aspettavo questo aggiornamento!! Vado a Copenhagen proprio quest’estate, e quindi sono alla ricerca di indirizzi belli da provare… Grazie mille dei suggerimenti, prendo nota 🙂
    Jessica

  4. Ciao Lidia, ad aprile sarò a Copenhagen per lavoro, e mi fermerò 2-3 giorni. La tua guida con i posticini è stupenda 😉 ho visto che tra i posti per dormire consigli il Generator Hostel Copenhagen, penso che opterò per quello perché mi pare la soluzione più economica… sono impallidita di fronte a certi prezzi!!! Tu ci sei stata e lo consigli, quindi? Anche secondo Tripadvisor è un buon posto, in centro e pulito. Grazie mille,
    Maria

Lascia un commento