NYC Restaurant Week

postato in: Living, Travel | 1

Ancora una volta a New York, nella Mia NY, come ve l’ho raccontata nel post dell’Inverno passato dopo avere trascorso le vacanze natalizie. Questa volta io ed Enrico torniamo in Estate, la stagione che in molti sconsigliano poiché caldissima, ma io vi assicuro che NY è bella sempre, in fin dei conti se avrete troppo caldo, basterà entrare in un negozio per rinfrescarvi con l’aria condizionata (a volte anche troppo).

Un viaggio decisamente “food oriented”, non che i nostri viaggi abbiano un’altra tematica solitamente, ma questa volta siamo andati apposta nei primi giorni di Agosto in occasione della NYC RESTAURANT WEEK. Non basta una settimana per visitare NY e non basta nemmeno un post per raccontarla. Ve la racconto a tappe, aggiornando come sempre la mappa già pubblicata, per darvi una guida sempre più completa di quello che mi piace fare, vedere e mangiare a NY.

Se vi piacerà e se vi sarà utile nei vostri futuri viaggi, taggatemi o usate #cometonycwithnonsolofood saprò che state viaggiando con me e mi farà piacere!

emirates_lounge_nonsolofood

Un viaggio dedicato al cibo sin dall’inizio, addirittura prima ancora della partenza. Per la prima volta io ed Enrico abbiamo volato con EMIRATES sul famoso A380. Non eravamo in first (anche se ci sarebbe piaciuto tanto), per cui non abbiamo potuto provare la famosa doccia che invece fa Jennifer Aniston nella pubblicità della compagnia che tanti di noi immagino sognino, ma vi assicuro che l’economy class è comodissima. Siamo stati comunque molto fortunati poiché abbiamo avuto una corsia preferenziale alla partenza, abbiamo aspettato il volo nella lounge della compagnia, sentendoci un po’ in prima classe, da dove poi abbiamo avuto accesso diretto all’aereo al momento dell’imbarco.

Non a caso abbiamo scelto Emirates per questo viaggio, non solo per la comodità, per potere usare la wifi durante il volo, per l’eccellenza del servizio e dell’ospitalità, per la gentilezza ed attenzione del personale, ma anche per l’attenzione al cibo, in volo come a terra. Non è facile mangiare bene in aereo per ovvie ragioni, ma siamo rimasti piacevolmente stupiti dall’esperienza; non voglio dire che sia come mangiare in un ristorante stellato, ma era da tanto che non mi capitava di mangiare i pasti serviti, poiché solitamente evito.Tra l’altro, piccola digressione, ho scoperto che nei voli verso il Giappone, servono i pasti in un bellissimo bento box. Queste sono le attenzioni ai dettagli che apprezzo e che non tutti sono in grado di offrire.

Confesso che siamo arrivati in aeroporto con largo anticipo, così abbiamo avuto modo di rilassarci e farci coccolare nella lounge, comodi e rilassati nelle poltrone, brindando alla nostra partenza. La scelta è completa, sia che si voglia uno spuntino per restare leggeri in volo, sia che si preferisca un pasto completo, e naturalmente incontra i gusti sia mediterranei che quelli medio orientali.

Come si dice “last but not least”, le tariffe di Emirates sono sempre concorrenziali. A meno che non vogliate partire nel periodo di punta prenotando all’ultimo minuto, si trovano quasi sempre ottimi biglietti a meno di Euro 400.

Curiosità: ho da poco ricevuto una newsletter da Emirates che propone un concorso per votare il design delle nuove carte socio, in palio ci sono 60.000 Miglia Skywards, potrebbe essere l’occasione giusta per volare con Emirates.

VOTA ART OF TRAVEL

La NYC RESTAURANT WEEK è un’iniziativa che funziona perché è valida. New York è una Città piuttosto cara, è vero che la scelta è vasta, si può scegliere cosa fare in base al proprio budget, ma se vuoi mangiare bene, devi mettere in conto che solo una colazione ti costi circa $ 30. Cucine diverse, i migliori chef, le mode del momento, tutto questo si trova a NY, perché non approfittarne? L’obiettivo dell’iniziativa è celebrare il “fine dining” ad un prezzo accessibile.

Viene organizzata due volte all’anno, in Inverno ed in Estate. Inizialmente, come dice il nome, durava una sola settimana, ma il successo e l’adesione da parte non solo dei ristoratori, ma anche la voglia di partecipare da parte delle persone, hanno fatto sì che piano piano si prolungasse. La precedente edizione è durata circa tre settimane. Un menù fisso, con la possibilità di scegliere fra diversi piatti, composto da tre portate, per un totale di $29 a pranzo e $42 a cena, escluse bevande, mance e tasse.

CLEMENT

img_2391

C’è una scena di un film di Sergio Leone che fin da piccola mi ha sempre colpito; ne “C’era una volta in America” Robert De Niro, in versione “gangster innamorato”, prenotava l’intero ristorante e faceva apparecchiare tutti i tavoli solo per due persone, lasciando alla bellissima Elisabeth McGovern la libertà di scegliere il posto migliore. E’ proprio da lì che voglio descrivere la nostra esperienza al Clement all’interno del Peninsula Hotel, dal posto migliore. Sapendo del nostro arrivo, il responsabile di sala aveva riservato per noi un’intera stanza, lasciando libero il tavolo a fianco della grande finestra che dava sulla 5° Avenue; pranzare con calma, in silenzio, mentre tutta la città ti scorre a fianco ci ha completamente conquistato.
Il menù e il servizio sono stati all’altezza di questa coccola; il cibo in particolare era molto delicato ed equilibrato con antipasti di verdure di stagione abbinati a pesce davvero ottimi.
Se vi capiterà di passare nella 5°Avenue angolo con la 55, alzate gli occhi di qualche piano e vedrete un palazzo dei primi del ‘900, entrate e cercate quel tavolo; non lo vorrete più lasciare.
Il dress code indicato è “smart casual”, in ogni caso è un fine dining, per cui agli uomini consiglio la camicia.

700 Fifth Avenue Street

New York, NY 10019

BUTTERMILK CHANNEL
Butterei Channel | Nonsolofood
Alla ricerca di comfort food? Allora dovete andare da Buttermilk Channel. Non è a Manhattan e probabilmente non sarà vicino all’albergo dove alloggerete. Si trova in una zona meno frequentata di Brooklyn, ma non fatevi spaventare dall’apparente distanza, poiché la metro arriva ad appena un blocco, quindi è facile da raggiungere. Sarà per il comfort food, sarà per l’ambiente accogliente, ma è un ristorante che trovo adatto non solo per una piacevole serata in due, ma anche per famiglie con bambini e non è facile trovare posti così a NY. Tanti amici con figli che vanno in vacanza a NY mi chiedono consigli ed a volte mi trovo in difficoltà con la risposta. Siamo stati a cena, ma è sicuramente indicato anche per pranzo o brunch se preferite. Ancora una volta, come da Root and Bone, abbiamo provato il pollo fritto ed era buonissimo, croccante fuori, tenero e succoso dentro, naturalmente servito sui waffles con formaggio cheddar. Non potevamo finire senza prendere il pecan pie sundae, un vero peccato di gola.

La nota negativa nell’essere andati di sera, naturalmente da un punto di vista puramente fotografico, è che non c’era abbastanza luce per fare delle belle foto, per cui ho dovuto prendere in prestito le foto trovate nel loro sito.

524 Court Street

Brooklyn, NY 11231

http://www.buttermilkchannelnyc.com

ATRIO WINE BAR AND RESTAURANT

atriowinebar_nonsolofood

All’interno dell’hotel Conrad, a due passi dal World Trad Center, si trova uno degli spazi più “amazing” (come direbbero gli americani) che abbia visto in un albergo; anche se non rispecchia molto il mio stile, vale la pena spendere due parole.
Entrando nella hall, viene naturale alzare gli occhi in ammirazione del soffitto altissimo dove fluttuano lampadari dalle forme fluide ed irregolari; abbassando lo sguardo le stesse geometrie, si ripetono anche nel pavimento dove spicca un unico infinito divano (credo fosse più di 15 metri). Ho scoperto in seguito che l’installazione a soffitto è firmata dall’artista Sol LeWitt, famoso per le sue strutture minimaliste che dialogano con l’architettura.
Passato lo stupore ci accolgono al ristorante che, al contrario della hall, ha toni caldi e rilassanti. La cucina è tutto sommato semplice, mediterranea con una buona cura delle materie prime; particolarmente interessante anche la scelta dei vini.
A fine cena, la ciliegina sulla torta, un cocktail nel loro “Loopy Doopy Rooftop”. A colpirmi ancora una volta è stato il contesto di questo posto. Dal bar infatti, si poteva ammirare una splendida vista che spaziava dal New Jersey fino alla statua della Libertà; da quella prospettiva anche il mio Moscow Mule sembrava più buono. Unico rimpianto non essere andata al tramonto… magari la prossima volta, anche perché voglio godermi i loro famosi ghiaccioli immersi nelle bolle!

102 North End Ave

New York, NY 10282

ROOT AND BONE
Root and Bone | Nonsolofood
Chef Jeff McInnis e compagna, hanno creato davvero una piccola chicca nell’East Village. Diventati famosi per la loro cucina (anche grazie alla partecipazione a Top Chef), hanno portato un pezzo di Sud nella grande mela.
In un locale che sa di autentico, con una grande cura sia nell’arredamento vintage che nelle porcellane “della nonna”, si possono gustare alcuni piatti davvero ottimi che combinano tradizione e tecniche moderne. Una nota speciale va al loro pollo fritto servito con waffles, considerato uno dei migliori di NY, e al “grandama daisy’s angel biscuit”.
Per le buone forchette, astenersi dalle diete.

200 East 3rd Street

New York, NY 10009

NARCISSA
Narciso | Nonsolofood

Abbiamo avuto una settimana di sole, come ci si aspetta da una vacanza in Estate, e l’unico momento di pioggia quando è stato? Quando siamo andati a mangiare da Narcissa. E’ stato un po’ un peccato poiché lo spazio all’aperto è molto bello.

Narcissa è un ristorante molto in voga in questo momento a NY, io spesso sono un po’ diffidente quando si tratta di mode, ma mi devo assolutamente ricredere su questo ristorante, poiché oltre ad essere di moda e molto bello, è altrettanto buono. Il personale è gentilissimo e disponibile, il design rispecchia lo stile. La cucina è molto attenta alla materia prima con ingredienti locali, il menù rispecchia uno stile californiano, semplice ma allo stesso tempo creativo. E’ uno di quei ristoranti dove andrei spesso se vivessi ancora a New York.

25 Cooper Square

New York, NY 10003

http://www.narcissarestaurant.com

EMPELLON TAQUERIA
Empellon Taqueria | Nonsolofood

Potendo provare cucine diverse, nella lista non poteva mancare un messicano. Abbiamo scelto Empellon Taqueria, parte dello stesso Gruppo ci sono anche Cocina ed Al Pastor. Non è il classico posto messicano “easy” e dai colori accesi che ci si aspetta. E’ più ricercato ed anche nel prezzo, per questo può essere interessante approfittare del menù “prix fixe” durante la Restaurant Week.

Ci siamo subito adeguati allo stile messicano ed abbiamo iniziato la cena con con un aperitivo a base di un buonissimo e rinfrescante margarita e chips con delle salsine; una era piccante e l’altra agli anacardi. Ci sono piaciuti molto l’insalata di polpo, un po’ piccante con semi di zucca tostati ed i tacos con il “fish tempura”, da provare!

Se devo dire una nota negativa, è affollato e rumoroso, ma è piuttosto comune a NY e soprattutto nel West Village.

230 West 4th Street

New York, NY 10014

http://www.empellon.com

LIBERTY ROOM AUREOLE
libertyroom_nonsolofood
Liberty Room è la sala più informale parte dello stellato Aureole. Una scelta vincente che vede da tempo i grandi Chef, in questo caso Charlie Palmer, aprire i “cugini low cost”. Ambiente casual ed un menù più accessibile e facile, pur mantenendo stile e maestria. Al di là delle mode, delle nuove aperture da seguire, Aureole è un grande classico, come si dice una certezza, sai che c’è e che non ti deluderà mai. Una cucina contemporanea, un menù che piacerà sempre senza bisogno di stravaganze. Mi raccomando non perdetevi i dessert.

135 West 42nd Street

New York, NY 10036

http://www.charliepalmer.com/liberty-room-at-aureole/

La lista dei ristoranti che aderiscono alla NYC Restaurant Week è lunga e naturalmente non siamo riusciti a provarli tutti. Ad ogni edizione potrebbero esserci delle variazioni, il mi consiglio è naturalmente di controllare direttamente on line i ristoranti che aderiscono, magari potreste trovare il vostro posto preferito. In diversi, durante il viaggio, mi hanno scritto chiedendomi se potevo segnalare qualche ristorante proprio perché la scelta era ampia e non sapevano quale scegliere. Oltre a quelli provati sopra, questa è la lista iniziale che mi ero appuntata, non sono garantiti non essendoci andata, ma credo siano interessanti:

Craft
The Breslin Bar and Dining
ABC Kitchen oppure ABC Cocina
The John Dory Oyster Bar
Pig and Kaho
Empellon Cocina
Ken & Cook
Chefs Club by food & wine
The Clocktower

Una risposta

  1. ristorantini super cool a prezzi moderati

Lascia un commento