Insalata di cavolo riccio

postato in: Cooking | 0

 

Fra appuntamenti, eventi o fare un giro con Bruno, spesso torno a casa tardi per l’ora di pranzo e mi ritrovo a dovere cucinare qualcosa al volo e di veloce… perché ho fame! Quasi sempre, in caso di frigo vuoto, le uova sono la mia salvezza; in verità nemmeno un ripiego poiché le adoro, le mangerei spessissimo e fatte in ogni modo.

 

Se invece ho un po’ di ingredienti in casa allora mi preparo un’insalata. Anche con poche cose potete trasformare un’insalata che per alcuni potrebbe essere triste, in una piatto buono e che vi darà gusto e soddisfazione.

 

Mi sono preparata giusto ieri quest’insalata ed essendomi piaciuta moltissimo, ho pensato che era giusto condividerla con voi. È a base di cavolo riccio, chiamato anche kale ed è buono sia mangiato crudo, come in questo caso, che saltato in padella. È ricco di vitamine, di magnesio, ha un bassissimo contenuto calorico, ma allo stesso tempo ricco di nutrimenti, tanto è vero che è presente in molte diete.

Questa dose è per una persona.

 

 

 

INGREDIENTI

4/5 rametti di cavolo riccio

6 noci pecan

qualche fettina di anatra affumicata

 

Per il condimento

1 cucchiaino di olio extra vergine di oliva

1 cucchiaino di sciroppo d’acero

1 cucchiaino di senape

il succo di mezzo limone

sale

1 cucchiaio abbondante di lievito alimentare

 

 

Prendete i rametti (in verità non so come chiamarli) di cavolo riccio e lavarli. Dovrete eliminare l’anima dura. C’è un modo veloce per farlo. Prendete il gambo e passate la mano sulla lunghezza, come per doverlo sfogliare. Vi resterà in mano la parte più tenera, così da buttare il gambo “spelacchiato”.

Tagliate il cavolo con il coltello e mettetelo in una ciotola. Aggiungete le noci pecan tagliate grossolanamente. A questo punto potete aggiungere le fette d’anatra affumicata, oppure bocconcini di bufala in versione vegetariana o solo semini tostati se volete restare più leggeri. Come dicevo prima il cavolo è molto nutriente e anche senza nulla l’insalata sarà buonissima ugualmente grazie anche al condimento.

Ora preparate il condimento. Mettete in un vasetto la senape, il succo di limone, lo sciroppo d’acero, l’olio extra vergine di oliva ed il sale, chiudete il coperchio e shakerate. Questo è il metodo più veloce e facile per emulsionare bene un condimento.
Versate sull’insalata, aggiungete il lievito alimentare e mescolate. Compro il lievito alimentare da NaturaSì.

 

 

Parlando spesso di lievito alimentare nelle stories, in molti mi chiedete cosa sia. Riporto qui alcune info prese dal sito di “Macro Librarsi”, a questo link poi l’articolo completo: link.

“Utilizzare lievito alimentare nella nostra cucina ha diversi vantaggi.

Un grande vantaggio del lievito alimentare è la sua grande concentrazione di vitamina B12, una vitamina molto importante di cui gran parte della popolazione è carente, in particolare chi segue una dieta priva di alimenti di origine animale. La B12 nel lievito é inserita come additivo al termine della sua fabbricazione.

Inoltre il lievito alimentare è

  • ricco di altre vitamine del gruppo B
  • a basso contenuto di grassi e di sodio
  • privo di zucchero e glutine
  • contiene ferro ed amminoacidi essenziali per il buon funzionamento del nostro organismo.

Il Lievito alimentare è spesso conosciuto ed utilizzato da vegani come un’ “alternativa” per i prodotti lattiero-caseari. Non ha particolari controindicazioni, a mio avviso è meglio non abusarne in quanto è un lievito e pertanto può dare fastidio a chi ha intolleranze ai lieviti.

Quando ci si approccia ad utilizzarlo in cucina bisogna considerare la sua consistenza che è secca e squamosa, quindi è bene abbinarlo a olio d’oliva o cibi abbastanza umidi per apprezzarlo pienamente.

Quali alimenti vanno bene con lievito alimentare? Molti!

Qui ci sono 10 modi in cui consiglio di utilizzare il lievito alimentare in maniera regolare.”

 

 

Lascia un commento