DIY: Riparare i buchi nelle maglie di lana… “Woolfiller – dealing with holes”

postato in: inspiration, Living, Projects | 10

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

Cambio degli armadi e senza stupore, ritrovo le mie maglie piene di buchi. Ma quest’anno, ho la soluzione perfetta. WOOLFILLER!

Conoscevo da tempo Woolfiller, quando (grazie ad una soffiata di Ilaria) scopro che c’è un “laboratorio di riparazione creativa” a Milano, in occasione del “Meet me Tonight – Faccia a Faccia con la Ricerca”, dove insegnano a riparare i buchi con il sistema “Woolfiller”.

Devo assolutamente andare! Per fortuna scrivo prima agli organizzatori che molto gentilmente mi dicono di portarmi qualcosa da riparare. Qualcosa? Ne ho in abbondanza di cose da riparare, così scelgo i due pezzi più rovinati: un gilet completamente ricoperto da buchi, ed un cardigan con due buchi nei gomiti grandi come palline da tennis.

Arrivo e vedo un tavolo pieno di “batuffoli” di lana di ogni colore. E’ una lana neozelandese, molto “fluffy” (refuso americano), come se fosse cotone idrofilo. In quel momento non c’erano altri visitatori, così mi siedo senza problemi e mi danno il via libera a sbizzarrirmi nella cosa. Mi sentivo come una bambina in un negozio di caramelle. Posso scegliere i colori che voglio e fare quello che voglio. E’ una cosa assolutamente entusiasmante che da un grande gusto sia nel farlo che nel vedere poi il risultato finito. E’ un procedimento talmente veloce e simpatico che quasi è un esercizio zen.

Ero talmente presa dal lavoro che non mi sono curata di documentare la cosa (non sono stata una brava blogger!) ed ho fatto solo una foto mentre ero là.

 

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

 

Non temete, arrivata a casa non solo ho fotografato il risultato del mio lavoro al Laboratorio, ma ho aperto tutti i sacchetti dei maglioni, alla ricerca disperata di altri buchi da riparare… frenesia pura!

Così ho riparato anche un golfino grigio che aveva un solo e piccolo buco.

 

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

 

Vi chiederete come funziona, giusto? L’occorrente lo avete visto, ma non credo siate riusciti ad indovinare!!!

Nei passaggi che vedete sotto, c’è un piccolo avanzamento della cosa. Dopo la pratica su un paio di maglioni, ho voluto fare un “upgrade” e salire di livello… ed il risultato mi è piaciuto molto!

 

PROCEDIMENTO:

1) L’occorrente è semplice, vi serviranno la maglia da riparare ed il kit Woolfiller (lana, ago, spugna). In questa foto vedete anche uno stampino da biscotti, poi capirete l’utilizzo, ma non è assolutamente indispensabile, questo è stato il mio “upgrade”. A questo punto dovrete solo scegliere il colore con cui riparare il buco.

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

 

2) Mettete la spugnetta sotto al punto dove dovrete fare la riparazione. Devo precisare subito una cosa, Woolfiller spiega di fare questa cosa con il tessuto a rovescio, io invece lo faccio direttamente sul verso giusto perché mi piace l’effetto come infeltrito che appare alla fine.

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

 

3) In questo caso io non avevo proprio dei buchi, ma le maniche di questo golfino a 3/4 erano un po’ lise in prossimità dei gomiti, per cui prima di fare dei danni, ho pensato di correre ai ripari… il solito detto “prevenire meglio che curare”.

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

 

4) Ho appoggiato lo stampino nel punto in cui volevo fare la riparazione. Ho scelto la lana e le ho dato una forma come se fosse un dischetto.

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

 

5) A questo punto inizia il divertimento! Ho inserito il batuffolo di lana nello stampino, ho preso l’ago ed ho iniziato a picchiettare la lana sulla spugnetta. Come se doveste bucare qualcosa, invece in questo modo incastrate la lana nella maglia. Si andrà ad inserire e fissare nella trama.

Si possono fare le forme che si vogliono, dei cerchi, degli ovali, dei rettangoli, ma io ho provato ad usare uno stampino a forma di fiorellino per vedere se riuscivo a dare la stessa forma alla “toppa”. In questo caso, se usate uno stampino, fate attenzione a ripassare bene nel perimetro proprio per definire bene le linee. Non ci vuole molto, vedrete voi quando la lana si sarà compattata ed incastrata bene.

woolfiller riparare i buchi con la lana

woolfiller riparare i buchi con la lana

woolfiller riparare i buchi con la lana

 

6) Togliete lo stampino e avete la toppa “fiorellino”. Ora dovete togliere la spugna. La lana si sarà incastrata anche nella spugna, per cui dovrete staccarla con le mani dalla maglia e poi sfilarla. E’ una cosa semplicissima.

Potete guardare questo VIDEO WOOLFILLER, per capire meglio il metodo!

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

woolfiller riparare i buchi con la lana nonsolofood

 

Il KIT WOOLFILLER si può acquistare direttamente nel loro sito, scegliendo uno dei kit preimpostati (io ho quello sui toni del verde), oppure potete personalizzare il vostro scegliendo i cinque colori che più vi piacciono. Per chi vive a Milano, lo vendono anche da PIGR. Al momento è terminato ma dovrebbe arrivare fra un paio di settimane (vi farò sapere).

Dimenticavo, il kit arriva in un sacchettino di plastica, la bellissima valigetta che vedete, è una regalo della mia amica Elena… porta kit Woolfiller!

10 risposte

  1. Troppppppppo forteeeeee!!!!!!!

  2. Bella idea!!! Ma mi manca un passaggio.
    La lana va: incollata, cucita o……
    Grazie.

    • Ciao Bettina, la lana va semplicemente appoggiata sulla maglia e poi per attaccarla devi iniziare a “bucherellarla” con l’ago. In pratica, essendoci la spugna sotto, facendo su e giù con l’ago, la lana si incastra nella trama della maglia.
      Ora inserisco anche un link di Woolfiller con il loro video, così forse si capisce meglio.
      Lidia

  3. mi affascini sempre.

  4. FANTASTICA IDEA!! Buon lavoro e… TANTI AUGURI!!

  5. […] nel gomito. Voi direte… che novità?!?!?! Pensavate che avessi coperto tutti i buchi con il DIY WOOLFILLER… invece ne avevo ancora […]

  6. Ma che idea originale e bellissima!
    Vicino casa mia c’è un posto troppo carino che si chiama The Hub, in cui, fra le altre cose, fanno hanche corsi per principianti su come fare un orlo ai pantaloni, attaccare bottoni e cose così, sembra una banalità, ma è molto utile

  7. questo kit quanto costa

    • Ciao Caterina, io lo presi qualche anno fa e costava sui 19 euro, ma puoi controllare sul loro sito da cui puoi direttamente ordinarlo 😉

Lascia un commento