Brownies di zucca con gocce di cioccolato

postato in: Cooking | 0

 

I veri brownies sono quelli di cioccolato ma ho voluto chiamarli allo stesso modo perché questo dolce ha la stessa forma ed anche la stessa consistenza dei brownies.

In inglese si usa il termine “chewy” per definirne la consistenza corretta che però tradotto in italiano vuole dire “gommoso” e secondo me non è il temine adatto. Io li definisco morbidini/bagnatini che non è un termine tecnico, ma spero renda meglio l’idea senza confondervi! ahahah

È un dolce molto buono e semplice, veloce da fare se avete la purea di zucca pronta, per questo vi ho scritto il mio consiglio alla fine nelle note.

Ultima cosa, sì c’è abbastanza burro, ma non sarebbero brownies senza il burro, è una tipologia di dolce che lo richiede.

 

 

INGREDIENTI

160 g di burro

200 g di farina di tipo 1

120 g di zucchero di canna

2, 5 g di mix di spezie per pumpkin pie (1 teaspoon)

3 g di bicarbonato

2 g di sale

170 g di purea di zucca

90 + 30 chips cioccolato

1 cucchiaio da tea di pasta di vaniglia (oppure i semi di un baccello)

1 uovo

 

Miscelate in una ciotola farina, bicarbonato, spezie e sale. Mettete da parte.

Nella ciotola della planetaria lavorate il burro con lo zucchero. Non dovrà diventare un composto spumoso, ma semplicemente amalgamarsi bene gli ingredienti. Potete anche usare una ciotola ed uno sbattitore elettrico.

Aggiungete la vaniglia e l’uovo, riprendete a lavorare. Ricordate di ripulire i bordi della ciotola prima di aggiungere un nuovo ingrediente, per essere sicuri che non rimangano sui bordi della ciotola.

Versate la purea di zucca, azionate la planetaria e mentre lavora, versate il mix di farina. Il tempo di amalgamare e per ultimo aggiungete i 90g di chips di cioccolato.

Prendete uno stampo quadrato, io uso questo, foderate con carta da forno (qui vedete il mio metodo) e ricoprite uniformemete con il composto. Sarà piuttosto compatto per cui dovrete aiutarvi con una spatola. Cospargete la superficie con le chips rimaste e infornate a 180° statico.

 

Il tempo di cottura è fra i 25 e 30 minuti, sono quei pochi minuti di differenza che variano da forno a forno. Ricordatevi, come ho scritto all’inizio, che i brownies devono essere morbidini/bagnatini, questo vuole dire che quando infilerete lo stecchino per controllare la cottura, dovrà essere umido, non asciutto come deve essere solitamente con le torte.

 

 

 

 

NOTE:

  • Tenete presente che questi sono tutti passaggi veloci. Come per i classici brownies al cioccolato, non è richiesta una eccessiva lavorazione o si perderà quell’effetto morbidino tipico dei brownies;
  • La purea di zucca la potete fare tagliando a pezzetti una zucca e cuocendola in forno a 180° ventilato. Il tempo varia in base a quanto saranno grandi i pezzi. Consiglio di cuocerla con la buccia perché una volta cotta sarà molto semplice eliminarla. Consiglio di usare una zucca Delica o Mantovana che hanno una polpa più compatta. Non usate la butternut perché è troppo acquosa. L’acquosità della polpa influirà sulla ricetta. Una volta cotta la zucca, eliminate la buccia e la frullate con un frullatore a immersione. Quando faccio questo lavoro (non simpaticissimo), lo faccio con una zucca intera, poi porziono la purea in sacchettini e ripongo in congelatore, così da averla sempre pronta all’occorrenza. Pesate ogni sacchettino e scrivete il peso, così scongelate il quantitativo che vi serve. Sarà comodissima e la userete per tante altre cose.
  • il mix di spezie per pumpkin spice si trova on line in diversi siti, se non volete comprarlo fatto, il mix è fatto da cannella, zenzero in polvere (non usate quello fresco), noce moscata, chiodi di garofano. Io comunque consiglio di comprarlo, è ottimo e lo userete tanto anche in altri dolci.
  • Se cambiate tipologia di stampo, ricordate che cambieranno anche le tempistiche di cottura. Dovete sempre considerare, non solo per le torte ma per qualsiasi preparazione, che usare una teglia più grande o più piccola, farà sì che la torta o il vostro preparato, siano distribuiti in modo diverso, con uno strato più o meno sottile, quindi per avere il risultato desiderato dovrete capire voi se accorciare o aumentare i tempi di cottura perché avverrà in modo diverso.

 


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.